Blog

I nostri pensieri, le nostre storie, le nostre voci...
Uno spazio per raccontarvi noi stesse e la nostra filosofia.

Talento: è solo questione di “Cuore!”
02/04/2012 Alessia Santucci
talento

Dopo una serata così scrivere un articolo sul talento è la cosa più naturale che potessi fare!

Stasera ho ascoltato dal vivo un’artista che adoro e che non avevo mai avuto modo di sentire in concerto prima di stasera: Elisa.

La serata promette bene…trovo il parcheggio malgrado a Roma si giochi anche una partita importante, c’è molta folla ma pochissima allo sportello per ritirare i biglietti che la mia amica ha comperato per me on line…e in più ci sediamo subito.

L’atmosfera è serena e accogliente e il palco pieno di strumenti di ogni tipo… “comincerà tardi” penso tra me, “gli artisti famosi si fanno sempre attendere”.

Invece…alle ventuno e trenta spaccate Elisa fa il suo ingresso, e, con umiltà e semplicità si siede subito al piano.
Comincia uno dei concerti più belli cui io abbia mai assistito. E non solo per la musica che evoca in me, emozioni di leggerezza adolescenziale, ma perché nell’aria respiro finalmente TALENTO.
Che sia brava lo so…ma il talento di cui parlo è la somma di tante “piccole” cose.

Riesce a cantare suonando al piano, la chitarra, le percussioni e in ultimo il flauto con una naturalezza sconvolgente.

Padroneggia il palco sorridendo sempre, e con uno sguardo comunica con tutta la band.

Non dimentica una parola (se lo fa nessuno se ne accorge!) e tutto è studiato e preparato fino al minimo dettaglio. Video, luci, coro, strumenti e passi sono in perfetto equilibrio.
 

Non mi stanco di osservare, di ascoltare di toccare con mano il materializzarsi di un concetto che fino a qualche ora prima era solo astratto: talento.

Pensiamo al talento come una dote, qualcosa d’innato, un dono!

Solitamente si scopre in tenera età, e solo se si ha la “fortuna” di incontrare qualcuno che ha il fiuto per il talento… i così detti talent scout.

E così nascono “i geni”, i “fortunati”, i “predestinati”.

Siamo sicuri che sia proprio così?
 

Siamo sicuri che il talento sia cosa per pochi e che non sia democratico? (quindi di tutti e accessibile a tutti)???

Come avrete capito adoro Elisa, ma penso che la sua voce sia meno potente per esempio di quella di Susan Boyle ( scovata da x factor america)… eppure ieri sera c’erano 5000 persone in visibilio!

Si…perché Elisa ha fatto di una voce portata per il canto una magnifica voce. Ha studiato con ostinazione e con passione, è stata curiosa (suona tutti gli strumenti ma ne predilige alcuni), determinata costante e ha creato una squadra coesa e preparata!

Tutto questo non credete sia Talento?
 

Lo studio, la preparazione, l’umiltà, la passione, una squadra piena di talenti crea uno stadio pieno di persone!:-)

Ma cos’è il talento e soprattutto come facciamo a scoprire che il talento c’è?

Prima di dirti la mia opinione è necessario fare una piccola digressione storica.

Sapevi che il talento in antichità era un’unità di misura?

Un talento è un'antica unità di misura della massa. I Sumeri ed i Babilonesi avevano un sistema in cui 60 shekel (peso variabile da 10 a 13 grammi).
Invece il talento romano era formato da 100 libbre (quindi circa 32,7168 kg).
Quando era usato come misura monetaria, si intendeva un talento di oro, e quindi il peso di una persona in oro.
Il talento quindi era lo strumento che misurava il peso in oro di una persona.

Quindi, per dirla in termini grossolani, indicava il valore della persona stessa.


Non è forse quello che succede oggi? Un grande giocatore di calcio, un cantante, un fantino, un formatore è considerato talentuoso “anche” per la capacità che ha di rendere un’inclinazione naturale convertibile in oro/denari.
 

Il talento quindi è si un'attitudine a far bene una certa attività ma è anche uno strumento, un criterio, un metro di paragone con cui ci si misura nella vita.

In pratica più talento si ha più possibilità di distinguersi, di emergere, di autoaffermarsi o di guadagnare si hanno.

Quello che invece penso è che non solo tutti hanno talento (tutti tutti? SI TUTTI) ma che questo è facilmente reperibile! E senza talent scout!:-)
 

Come?

Il talento è davvero SOLO questione di “Cuore”! Ora ti chiederai e allora come fare a scovare il talento?

Semplice…quando fai una cosa con passione, con ardore, quando il tempo non esiste e la fatica non si sente, quando ti brillano gli occhi e niente e nessuno potrebbe fermarti, quando sei in grado di gestire ogni minimo dettaglio di quello che stai facendo e ne sai tanto ma così tanto che terresti testa anche al numero uno del settore…ecco…stai lavorando a braccetto con il tuo talento!!!!

Non esiste talento senza il cuore.

Quindi… appena senti il battito del tuo cuore tieni le antenne dritte, sei su una strada piena d’oro!:-)