Blog

I nostri pensieri, le nostre storie, le nostre voci...
Uno spazio per raccontarvi noi stesse e la nostra filosofia.

Scout
24/03/2012 Alessia Santucci
scout

Quante volte ti sarai domandato: “avrò le capacità giuste per farcela?”

Se come me ti interroghi, e nel frattempo ti attivi, su come riuscire ad emergere ecco qui l’articolo che fa per te!

L’ho trovato spulciando uno dei miei mille giornali che compro per essere sempre aggiornata e informata, e tra i tanti articoli stimolanti questo ha carpito il mio interesse.

Siamo in un’era dove essere preparati è sì la base di partenza, ma non è assolutamente sufficiente (né pensabile) per andare avanti.

Come ha individuato Roberto Saffirio, personal coach che forma i top manager, sono indispensabili 5 qualità:

Semplicità. Basta con il seguire mille incombenze e tanti compiti contemporaneamente.
Essere multitasking non va più di moda e le tue energie si disperdono in pochissimo tempo. Dosa le tue forze concentrandoti su una cosa per volta per farla al meglio. Se vuoi fare qualcosa di extra, seleziona solo quelle attività che ti permettono di allenare
le abilità che vuoi davvero potenziare.
Concretezza. Essere concreti significa focalizzarsi subito sui risultati e sui passi pratici per raggiungerli. Un consiglio? Scrivi in un elenco sia gli uni che gli altri e se qualcosa non ti è chiaro chiedi sempre! Solo quando tutto questo sarà terminato allora potrai valutare e riflettere sugli strumenti che hai a disposizione per ottenere i risultati.
Organizzazione. Quante volte in un giorno interrompi quello che stai facendo per rispondere al telefono, o per leggere le email e intanto discutere con un collega di un progetto? Tutto questo “cambiare contesto” ti deconcentra, e quindi perdi tempo!
Cerca invece di raggruppare le attività in contesti simili(tutte quelle social, tutte quelle che richiedono concentrazione, e così via). Il consiglio è quello di annotare il modo migliore per svolgere tutte le attività nel minor tempo possibile.
Utilità. Le aziende, anche se c’è crisi, non si lasciano scappare le risorse che sono utili! Per questo ogni volta che ti si presenterà un problema pensa subito a come risolverlo e rivolgiti al capo solo quando avrai la soluzione! Consiglio: almeno una volta alla settimana cerca di analizzare obiettivamente quanto stai contribuendo
per la tua azienda…è un ottimo metodo automotivante! e poi così diventi davvero insostituibile!
Tempestività. Se stai leggendo questo articolo è perché vuoi diventare, o già lo sei, un ottimo professionista. Per questo non rimandare le cose, falle ADESSO. Le persone tempestive quando hanno una idea non la lasciano, non tergiversano…ma la trasformano subito in realtà, arrivano prima degli altri e capiscono chi può aiutarle a rendere concreta la loro idea!

Questo modello si chiama S.C.O.U.T.

Trovo che questo modello sia un buon vademecum in un momento come questo, in cui le aziende chiedono sempre di più mentre le persone, un po’ disorientate, si barcamenano come possono nel labirinto del lavoro!

Io però voglio aggiungere qualcosa che ritengo essere imprescindibile e che trasforma il modello S.C.O.U.T in D-S.K.O.U.T

La K sta per concretezza e chiarezza unite. Se non sai nello specifico chi vuoi essere e cosa vuoi fare, appena ci saranno delle difficoltà mollerai. Per questo prima di cominciare qualunque lavoro cerca di sapere molto bene non il cosa farai o come lo farai, ma il perché lo fai. Se sai il perché e ti motiva, il cosa ed il come li troverai.

D sta per DETERMINAZIONE. Anthony Robbins dice che la vita ci ripaga con qualsiasi somma se abbiamo coraggio e capacità di chiedere. Coraggio e capacità fanno noi uomini e donne straordinariamente potenti, quasi inarrestabili. Possiamo essere organizzati, concreti e tempestivi ma se non siamo determinati al primo ostacolo potremmo farci travolgere dai dubbi, dalle incertezze, dalle paure. Essere determinati certo non vuol dire proseguire una strada se si pensa che sia sbagliata, ma significa saper cambiare strada per arrivare comunque all’obiettivo finale.

È un modello semplice, quasi scontato, ma noi esseri umani abbiamo perso di vista le cose semplici e banali e ci siamo abituati a ragionare come se tutto fosse complesso.

È un modello che ho adottato per me stessa e se questo fa di me una persona banale va bene così, meglio essere banali e determinati che complessi e irrisoluti.

Scegliete voi cosa volete essere!